sabato 20 agosto 2016

Agosto....

Caldo torrido, il fiato che manca e le cicale insistenti con il loro frinire infinito sembrano far vibrare l'aria.... gli unici momenti di frescura sono verso le 6 di mattina e alla sera tardi, quando dal fondo del campo verso le 22 si alza l'aria che arriva dal fiume e invade la casa e le stanze buie che lascio con le persiane spalancate... io mi arrocco sul balcone, e guardo le colline, le nuvole incendiate ancora dal riverbero del sole diventare indaco in un battibaleno... nell'aria si mischia dolciastro il profumo del glicine e dell'oleandro insieme a quello fruttato ed intenso del caprifoglio.... La mia cagnona si butta sulle piastrelle fresche e li rimane a farsi carezzare dalla brezza serale, mentre Artù, dagli occhi smeraldo struscia il suo musetto serico sul mio e poi si acciambella voluttuoso sulla poltroncina all'ombra delle surfinie...
Io mi godo un attimo di pace.... leggo un libro e poi vado avanti a sferruzzare.... 

 

venerdì 15 luglio 2016

Luglio....

Il caldo si fa più tosto, e la schiena duole sotto lo sforzo della roba da buttare... Ma i 3 appartamentini sono stati lustrati e riportati a nuova vita e guarda caso hanno trovato anche i padroni.... ne mancano ancora 2... ma quelli dovrò farli questa primavera, per forza di cose... soprattutto perché la fine del contratto di affitto scade per sempre il 28 febbraio 2017 ed io non rinnoverò certo a questi inquilini che gli appartamenti li hanno distrutti.... quindi fuori.... ed anche questi a nuova vita... 
Cesare con il suo bar del campo ha iniziato a vedere i primi ritiri e le squadre giocare di sera....è sempre un semi delirio e spesso dopo gli allenamenti si ritrovano a preparare la spaghettata per tutti i ragazzi che la chiedono a gran voce...
Giulio si spalma fra i fornelli e lui ed il suo amico nonché capo  si sparano anche 70-80 coperti a cena visto che il ristorante adesso ha messo fuori tutti i tavoli e alla sera fanno cenare le persone a lume di candela....il posto è rinomato ed il fine settimana il nostro paesino nonché stazione termale si riempie di villeggianti e ragazzi...
Io oltre ad essere il factotum, porto avanti anche il giardino che straripa di frutti... e quindi è d'obbligo per me preparare ciliege ed amarene sotto grappa... conserve di pomodori e gelatine di frutta... le giornate dovrebbero essere di 48 ore... ma tutto quello che non riesco a fare rimando al giorno dopo....
Essere in collina vuol dire abbronzarsi senza accorgersene tagliando l'erba, ripulendo le siepi e tentando di scacciare i ragni con ragnatele annesse nel sottotetto... vuol dire potare il glicine gigante e rendere la casa almeno esternamente un paradiso di colori nei toni dei blu lilla con nuvole di surfinie ricadenti...

venerdì 10 giugno 2016

Giugno....

Il sole si fa un poco più  tiepido, ma i nuvoloni  all'orizzonte  non promettono Nulla di buono... un inizio estate fradicio ed umido che ricorda tanto l'estate giapponese. .. gli abiti ti si appiccicano addosso e ti senti sempre umido ... io come un ape operaia continuo la mia missione di ricostruzione e pulitura : cerco di tenete il più possibile  in ordine la casa madre e le altre satelliti le smonto e le rimonto,un gioco paziente di incastri di pulizia e di discarica... mi sono resa conto che gli accumulatori seriali sono una potenza della natura e mia suocera in questo era un vero leader... ogni volta che devo ripulire una casa o un appartamento  scopro che ci sono pile e pile di detriti, mobili uguali , sedie identiche moltiplicate come i pani ed  i pesci. .. bicchieri scompagnati... pile di cuscini  da buttare.. plaid  anni 40 con tarme incluse e buchi grandi come crateri... oggetti e suppellettili  di dubbio gusto. .. (il bidone è  la loro sede finale)  e pentole vecchie, ammaccate, bruciate , bugnate.... ovvio che case del genere non  si possano affittare .... perché  ti vergogni  tu in prima perSona e decidi che o butti le chiavi o dai vita a questo potenziale rivoluzionando  il tutto.... ecco questo è  il mio giugno e devo riuscire a rendere agibili ed accattivanti gli ultimi 3 appartamenti  qui  in zona.... cosa si impara da tutto ciò ?  Che si  comincia a guardare  con sospetto  ogni angolo  della propria  casa e si comincia a far pulito anche nel proroga armadio, cominciando a infilare in borsoni  capienti pile e pile di vestiti e maglie e affini che scopri non hai mai messo in anni. .. ma c'è  un posto che non subirà  tagli e rimozioni : la tana del ricamo e della maglia... li regna sovrano  l'impilaggio selvaggio dei kit,dei fili degli  schemi  e dei gomitoli.... 

giovedì 12 maggio 2016

Pizzo a maglia...

Ultima creazione. .. un romantico maglioncino. .. indossato sembra quasi un morbido corpetto medievale. .. lavorato a maglia con ferri del 10 e filato DMC natura XL... sullo scollo ho applicato  cristalli svarowski...

sabato 30 aprile 2016

Pensieri in solitudine. ...

Di solito il sabato è  una giornata di riposo e relax, di shopping  o della gita in collina con annessa cenetta. .. questo per le persone che vivono lo stereotipo  di vita del tipo lavoro dal lunedì  al venerdì  e poi weekend  all'insegna  del relax e divertimento. ..  beh la mia famiglia  ed io stiamo dalla parte opposta  dello stereotipo.... .. io sono qui, nel silenzio e nella solitudine della casa a stirare, Cesare al bar e Giulio al ristorante.... .certo non è una vita facile quella del barista, ma ancor più  pesante quella di un giovane cuoco.....io mi sento come sospesa. ....e come il collante di 2 meteore... il vapore del ferro mi riporta alla realtà e due occhi smeraldo  mi guardano sornioni... Artù, il mio gattone grigio,  si accoccola sulla divisa appena stirata di Giulio : vuole una carezza... Già : sono solo le 23... mio marito non sarà  di ritorno  prima di mezzanotte, se tutto va bene  e Giulio. .. bo... le sue possono essere dalle 9 alle 13-14 ore al giorno.... A volte penso che si faccia solo fatica a vivere, che tutto sia sempre troppo  pesante. .. eppure... si deve andare avanti.... e si deve sempre trovare il sorriso ed il buono in ogni circostanza. .. La stanza si riempie delle fusa profonde e ritmiche di Artù : il suo naso rosa, dai baffi vibranti si struscia sul mio ,come a ricordarmi  che non sono sola e che sono anche io importante. .. e che presto torneranno. ..forse erano meglio le battaglie con lo studio per la dislessia e l'ufficio in azienda  di responsabile qualità  di mio marito ( se non fosse saltata l'azienda per la crisi) ... ma la crisi ti costringe a rinnovarti se vuoi sopravvivere... ed io mi sono trovata a ricompattare un eredità ed un impero decadente ed a seguire 2 anime guizzanti , in perenne smoccolio con il mondo intero, perché  non c'è  tregua e non c'è  riposo... a me tocca mantenerli  fiduciosi e sereni, compito difficilissimo  che cerco di assolvere senza cedere mai... ma quando poi mi trovo così, chiedo a me stessa se ne valga la pena.... Gli occhi di smeraldo mi guardano  amorosi... si ne vale sempre la pena... in questo modo si vive, si è  vivi... e si cresce...

martedì 19 aprile 2016

Quiz patente...

Finalmente passato e con 0 errori! 
Ma c'è voluta una seconda bocciatura e una madre incavolata che ha preso in mano la situazione e ha fatto lei per un mese quello che la scuola guida avrebbe dovuto fare e non ha fatto per ben 2 volte consecutive...Ci voleva il metodo usato a scuola per la dislessia, per riuscire a fare le schede giuste e tradurre frasi che non hanno assolutamente senso... in compenso se dovessi fare la patente io e dovessi dare l'esame di teoria lo passerei tranquillamente....e adesso avanti con la pratica... ma la macchina la sa già usare...
e comunque oggi ho fatto il mio bel pianto liberatorio, esattamente come mi capitava per la scuola... non è giusto dover patire così tanto per un maledetto/benedetto disturbo dell'apprendimento....

giovedì 14 aprile 2016

di nuovo al Nido...

Ho accompagnato Chiara oggi al nido per l'inserimento del piccolo Laerte... lo stesso nido che 17 anni fa aveva accolto Giulio...so che si troverà benissimo... il posto è incantevole ed i bimbi curatissimi.... vedendoli trotterellare oggi nel giardino con le suore mi è venuto un attimo di nostalgia... e avrei voluto essere lì con il mio piccolo Giulio... Ma è giusto stato il desiderio di un secondo, perché un lampo ha squarciato la mia mente: Giulio piccolo = scuola = dislessia = notti insonni = pianti e terapie = delirio allo stato puro....
No grazie! sono felicissima così! mio figlio si è diplomato per ben 2 volte ed è ormai cuoco... non tornerei indietro né per lui né per me... E' stata a volte troppo dura... non voglio dimenticare, ma sapere che è finita  a livello scolastico, questo assolutamente si....