giovedì 26 novembre 2009

un Accidenti alla dislessia....

Ieri sera ( per inciso erano le 18,30) stavamo finendo i compiti e Giulio si era arenato davanti ad una pagina di spagnolo da tradurre... per mia fortuna le lingue mi sono sempre piaciute, e nonstante io no abbia mai studiatolo spagnolo se non giusto con lui, riuscivo a tradurre la pagina... era stanco, e guardandomi mi ha detto: --Ma se io non fossi mai nato, non sarebbe stato meglio? -COOOOOOOOOOOOOOSAAAAAA?????????????????????? ma tu schezi!?!? io davvero mi sono sentita morire... lui diceva che sarebbe stato meglio invece di dover sopportare e vedere gli altri che non fanno fatica e lui si.....perchè lui si impegna ( verissimo!!!) e non gli danno mai negli scritti di matematica ed inglese piu di 5 e mezzo.... GRRRRRRRRRRRRRRRr in quel momento se avessi potuto avere fisicamente la dislessia fra le mani l'avrei fatta a pezzi!!! Così ho mandato giù il rospone e abbracciandolo gli ho detto che lui sa fare cose incredibili, che gli altri non sanno fare e che di piccoli geni come lui ce ne sono tanti... purtroppo loro sono angeli nati in un mondo di "bruti"... Tutte queste cose a volte mi fanno sentire come se non fossi riuscita a d aiutarlo in nulla, invece, so benissimo che ha fatto passi da gigante... ma a volte... scivola giù,  e sembra diventare uggioso e triste come questo tempo novembrino, umido e fumoso di nebbia....
Ho solo voglia di vederlo presto felice , a fare il cuoco!!! e li so che sarà davvero appagato! è già super in cucina... e se questo non è talento, ditemi voi cos'è!!?!!?

3 commenti:

  1. Ciao! Sono anche io una mamma Laura. E anche io ho un ragazzo DSA: precisamente disgrafico e disprassico. E quante volte anche il mio cucciolone ha detto: non ce la faccio più! Ma loro hanno non solo una marcia in più ma dieci, cento mille....solo che, a volte, se ne dimenticano!
    Vi mando un abbraccio, tornerò!

    Ciao

    Laura, mamma di Lorenzo

    RispondiElimina
  2. Tieni duro, ce la farà, parla la mia esperienza!
    Sono dei grandi, devono solo capirlo e questo costa tanta fatica!
    Un abbraccio
    Mila

    RispondiElimina
  3. Giulio è fortunato ad averti come mamma.
    Non ti lasciar prendere dallo sconforto.
    Nella vita ci sono anche i momenti difficili; quello che conta è avere vicino persone che ci vogliono bene in maniera incondizionata come tu fai con tuo figlio.
    Un abbraccio, Laura (rouenne).

    RispondiElimina