venerdì 18 febbraio 2011

va meglio...e... pensieri su mia sorella...

L'operazione è andata benissimo, tutto merito del mio amico Marco, che ha operato mamma... Il giorno dell'operazione era già pimpante e recalcitrante, perchè voleva già muoversi, (ottimo segno) ieri invece era un po' più mogia, ma nella notte aveva avuto un po di febbre... Comunque , tutto sommato, nell'insieme sta bene... le hanno già fatto muovere la gamba operata, e quindi direi che le cose stanno andando per il meglio....
------------------------------
Ieri oltre a me e mio padre c'era anche mia sorella ,che ha mollato la sua macchina a casa di mio padre e si e fatta portare fino a Cremona e ovviamente si è fatta riportare dalla sottoscritta a prendere la macchina al ritorno.... Ovvio! così uno deve anche allungare la strada.... ma non puoi arrivarci con la tua , di macchina?!?!?!? perchè voglio più bene a Elena che a mia sorella? perchè ogni volta mi fa saltare la mosca al naso??? perchè è così... poco originale... così comune.... So che non ci azzecca nulla con l'operazione di mia mamma, ma alla fine mi innervosice, perchè Lei non fa nulla! c'è da prenotare l'ambulanza per il trasferimento, mettere in contatto l'ospedale con quello riabilitativo le pratiche di dimissione... e tutte le altre cose... e chi le fa se non la sottoscritta??? Lei pensa ad avere le unghie cioccolato... Ora, io sono la maggiore, e quindi è ovvio che tratti Anna come la sorellina piccola che ho sempre accudito, ma io , questa donnetta qui, magra e secca come un palo, con le mani secche e svuotate dalla magrezza, ma le unghie smaltate di cioccolato, che vuole sembrare una ragazzina di 20, vestendosi come  la figlia di 6 anni, usando la tuta in ciniglia cioccolato con le Hogan dorate.... bhe a  42 anni non sei giovane, sei patetica! Non la riconosco più... Non la capisco più... e per quanti sforzi faccia per cercare di parlarle, di esserle amica e confidente come un tempo che per me non è mai passato, niente, vedo sta tipa qui, che di mia sorella non ha più nulla... Comincio a pensare che si sia conformata al "modus vivendi" della grande famiglia di mio cognato... o forse, non mi sono mai resa conto che lei è camaleontica, nel senso che si configura come la maggioranza, segue le tendenze e le mode del momento.... e questo per me significa essere "nessuno", non avere originalità, non pensare con la propria testa....Vabbeè, lasciamo stare... scusate la digressione sulla su mia sorella... ma a volte devo "pensare" scrivendo....

3 commenti:

  1. E' più facile, Laura, conformarsi. Meno faticoso che usare le proprie capacità.
    Un abbraccio.
    Roberta

    RispondiElimina
  2. Probabilmente pensa che basti tu ad essere vulcanica e sempre pronta a risolvere tutto che vive nel limbo. Fai un grosso bacio alla tua mamma e tanti auguri che si riprenda benissimo. Baci a te e famiglia. Simonetta

    RispondiElimina
  3. Sono contenta che tua madre stia bene e che tutto stia andando per il meglio. :) Per quanto riguarda tua sorella...bhè a volte ci sorprendiamo e ci chiediamo chi siano le persone che abbiamo davanti e che crediamo di conoscere, perchè non le riconosciamo... io credo che, spesso, siamo convinti di sapere chi abbiamo di fronte, ma in realtà non è così...conosciamo solo quello che riusciamo a vedere, ma tutto il resto ci rimane oscuro. Quindi quando scopriamo qualcosa ci stupiamo, ma in realtà siamo noi che, forse, non abbiamo colto sempre tutto. Ogni persona ha dentro di sè il seme di quello che è, non cambia con il tempo...Almeno io la vedo in questo modo, poi posso sbagliarmi...

    RispondiElimina