E andati anche gli orali...

Giulio aveva gli orali segnati alle 16,30... era già teso di suo, siamo arrivati a scuola con almeno 15 minuti d'anticipo, sperando che entrasse subito... ovviamente io l'aspettavo giù, in segreteria, mentre lui era su, al secondo piano...con me quanche altra mamma e sorella ad aspettare... la cosa però non aveva senso... perchè dovevano essere già usciti quei ragazzini, nonchè compagni ed amici di Giulio... invece...  l'andazzo era tenere i ragazzini sotto torchio almeno 1 ora , 1 ora ed 1 quarto.... io già schiumavo di rabbia, mentre le altre 3 mamme erano quasi in lacrime.... ma si può???? tutto perchè quella deficiente di storia doveva torturarli a suon di domande a raffica... e manco gli lasciava dire la loro tesina.....Nico, uno dei compagni di Giulio aveva finito la sera precedente alle 20,45.... se fosse toccato a mio figlio avreste sentito una deflagrazione inusuale, perchè sarei salita io in sede d'esame ed avrei dato la benedizione alla tipa a suon di... ninente, avrei chiamato i Carabinieri.... alla fine, mentre la rabbia montava e montava, Giulio è andato sotto esame alle 18,40 ed è uscito alle 19,10 , uno dei più veloci, visto che i suoi scritti sono stati ottimi, comprese le prove d'invalsi..... il suo adorato prof di italiano gli ha fatto i complimenti per il tema, così pure per la tesina ( ne aveva portate 10 copie rilegate che ha distribuito ai proffe esaminatori) ognuno ringalluzzito per come una scheggia della loro materia era stata presentata nella tesina, tranne ovviamente la proffe di storia, che ha attaccato a far domande, ma che il prof di italiano ha liquidato con un bel:  Giulio, vai pure, e mi raccomando, adesso voglio vederti per qualche assaggino di cucina e poi voglio giocare anch'io a softair con te.... Buona fortuna, ti  meriti tanto successo....
Morale a mille, e quando siamo tornati a casa, tutti i libri sono stati bruciati, in un atto liberatorio, che una volta non avrei assolutamente approvato, ma che adesso sì , ci stava...... ma quelli di italiano e i meravigliosi progetti del suo amato proff, quelli no, quelli sono stati archiviati da Giulio nella sua cartelletta speciale dei ricordi, quelli belli.... so già che se tornerà a scuola, sarà solo per vedere e salutare il suo proffe di italiano, una perla rara , da cui molti professori dovrebbero prendere esempio....

Commenti

  1. Gli atti liberatori devono essere fatti, soprattutto quando sono di storia! :DDD
    Complimenti a Giulio, che può affrontare a testa alta qualunque difficoltà.
    Roberta

    RispondiElimina
  2. Evvai!!! Bravissimo Giulio!! E bravissima e pazientissima anche la tua mamma!!!!!
    Anto

    RispondiElimina
  3. Bravissimo a Giulio ma anche alla mamma che lo segue, lo sprona e l'aiuta in un modo fantastico..non è da tutte le mamme, anch'io ho battuto ben 100 pagine di tesina. Volevo sapere se da te la scuola mette fuori i cartelloni degli esami di terza con promossi o bocciati? La scuola di mia figlia si rifiuta e ritiri l'attestato senza sapere i risultati dei compagni probabilmente hanno parecchie cose da nascondere!!!! No comment

    RispondiElimina
  4. Cara Dani, non lo so! te lo dirò domani, perchè pare che ci siano già i risultati....
    e si, hai ragione, non è da tutte le mamme... sai quanti suoi compagni durante l'inverno o in primavera mi sono ritrovata a dover dare ripetizione, in pratica li facevo studiare tutto in atelier nel pomeriggio... cose da pazzi... poi ho detto basta! se le altre non pensano ai propri figli devo farlo io???? bha, lasciamo stare

    RispondiElimina
  5. complimenti al tuo caro Giulio ! ...è stato bravissimo !!!
    comunque , io faccio i complimenti anche a te cara Laura , non sò quante mamme avrebbero "lottato" come te e sarebbero state così vicino al proprio figlio ... sei proprio una mamma eccezionale !
    un abbraccio Luly

    RispondiElimina

Posta un commento