Resa dei conti... ( per ora)

Armata non di pelapatate ma di cartelletta voluminosa con i plichi della dislessia sono andata al colloquio generale... della classe di mio figlio (25 elementi) si sono presentati in 6 genitori, me compresa.... questa già la dice lunga... comunque: la preside ha dato il benvenuto a tutti i genitori in aula magna,ha ribadito lo studio, le assenze ed i ritardi da tenere sotto controllo e di spronare i figli a fare tutti i compiti...stava per salutare tutti quando... la mia manina (eh,eh, eh) si è alzata, ed ho chiesto<< come la mettiamo invece con i compiti in classe? >> non ne ho visto uno consegnato dall'inizio dell anno ad oggi, è un mio sacrosanto diritto di genitore, vederlo e poter cos' migliorare o correggere il tiro sullo studio>> Gelo in aula magna, preside sbiancata, brusio sottilissimo degli altri genitori...  ( lo so sono una vera spina nel fianco) < si allora vediamo faremo fotocopie ... ( intanto gli altri genitori cominciavano a dire che si, li volevano anche loro...) un putiferio che la preside ha arginato momentaneamente giurando che avrebbe fatto fare le fotocopie delle verifiche ( uh, come mi ha guardato male!!!!!) Giro dei professori, con richiesta di spiegazioni del perchè c'è così casino in classe e del disturbo creato a mio figlio, perchè chi vuole imparare deve sopportare gli scalmanati e gli imbecilli che non vengono allontanati. i proffe hanno detto che stanno lavorando sul fatto di cacciare via quegli elementi più destabilizzanti, in quanto a Giulio, alcuni sapevano della dislessia altri sono caduti dal pero, ma tutti hanno detto che cambieranno metodo di valutazione negli scritti, perchè comunque in effetti il ragazzo si vede che studia...  Elena invece era disperata perchè in mattinata avevano fatto il compito di matematica e lei si era fatta preparare quello di Giulio dall'insegnante di sostegno, e me ,lo ha fatto vedere...
morale gli è stato dato un foglio protocollo con quasi tutti gli esercizi avviati o quasi alla fine espressioni avviate a cui lui avrebbe dovuto mettere i numeretti mancanti, come in un enigmistica o in quegli esercizi di inglese... solo che con la matematica è tutta un altra storia, in più se ad un discalculico cacci sotto il naso un processo già avviato il cui schema mentale è completamente diverso da quello che fa un ragazzo con problemi di discalculia, bhe è come avergli somministrato una mappa da decifrare senza chiavi... Elena, non hai capito niente! comunque, adesso su, mi fai avere una relazione scritta minuziosamente su come e perché vorresti dargli la 104 e tutte le tue perplessità e dubbi e tutto ciò che non capisci o vedi in lui, questa la sottoporrò al NPI ed alla AID e poi si deciderà con te il da farsi... Ma no, come cioè, cosa devo fare? relazionarmi minuziosamente! e per iscritto, solo cos' potremo fare il bene di Giulio.... e me ne sono uscita...
Fermo restando che domani andrò all'istituto alberghiero dove ho l'ufficio, e chiederò la preiscrizione al secondo anno ed eventuale cambio ed avvicinamento nel caso in cui qualcuno abbandonasse a metà dell'anno scolastico in corso....
Ora sta a i proffe , nel frattempo, riportare le cose nella normalità e cambiare metodologia  ( ma un barlume di volontà l'ho percepito...) vedremo... 

Commenti

  1. Almeno qualcuno si era preso del tempo per leggere tutti i fascicoli che avevi mandato.Per gli altri rimane il pelapatate "d'oro". Speriamo per l'altra scuola,io incrocio le dita. Cinzia

    RispondiElimina
  2. Bravissima Laura! Sei grande!! Ora speriamo in bene, e che torni il sereno per tutti!!
    Anto

    RispondiElimina
  3. Spero che quel barlume colpisca chi non è ancora stato illuminato e che diventi velocemente una luce accecante per tutti gli altri.
    Roberta

    RispondiElimina

Posta un commento