venerdì 18 maggio 2012

Siamo già a venerdì...

con mio marito che sembra riprendersi dalla batosta , ma che se mi assento per più delle solite ore in ufficio comincia a chiamare... e lo capisco... qui non serve mettersi in discussione, c'è un intera azienda che sta andando a gambe levate, e non è l'unica della zona... ma è ovvio che uno cominci a farsi domande... quella più ripetitiva è " ce la faremo?" .... Io credo di si... non sarà facile, ma si... Ora è tempo di mandare via i Curriculum vitae alle varie aziende che sembrano star bene in zona ed intanto... fare... per tenere la mente occupata... e quindi protezione civile, e via... Io? bah, io aspetto che inizino i lavori che sembrano non vole iniziare( anche qui una bella presa per i fondelli... ) e intanto svuoto un po di più l'atelier... anche se in questi giorni mi sono fermata...  quando vedrò montare i ponteggi, allora forse lo farò ....  Adesso devo pensare anche a Riso e Rose... e sto ricamando alla velocità della luce ( e mi domando se finirò? ) un romantico plaid dal sapore un po' vintage, che può riempire un angolo della casa con la sua calda presenza... non ho ricamato molto dei sal che sto facendo con le altre ragazze... ho rallentato..mi trovo in un momento di torpore... che devo scrollarmi di dosso... ed oggi, che è il santo patrono della città e quindi tutto è chiuso, perché sono tutti in fiera dell'ascensione, mi sono dedicata un po' al giardino, forse per scacciare i pensieri... ed ho visto che il mio ciliegio si è caricato di frutti rossi, che le rose inglesi sono esplose di prepotenza come le stupende rose "del pittore" che sembrano sussurrarmi di guardarle e di prendere da loro forza ed ispirazione... 

4 commenti:

  1. In questo periodo sei proprio messa a dura prova! Tieni duro... un caro saluto augurandoti che tutto vada per il meglio. Alice.

    RispondiElimina
  2. un abbraccio a tutti e tre, ma più forte a Ce...

    RispondiElimina
  3. Ciao Laura, è un momento molto duro per tutti voi, ma tu stai tirando fuori la giusta grinta, ti meriti proprio questo premio, non solo tu, ma anche Cesare e Giulio, un abbraccio a tutti, e se hai voglia passa dal mio blog a ritirare il meritato premio. Bacio Simonetta.

    RispondiElimina