sabato 7 luglio 2012

Una moglie in pena... ed una Romagna fiera...

Cesare è partito questa mattina, con la colonna mobile per la Romagna.... Devono andare a smontare un campo ed aprirne uno nuovo, lui è addetto alle comunicazioni radio... ed è stato scelto ed inviato direttamente dalla regione Lombardia, non dal comune... comunque, dietro ha portato con se cose di prima necessita ed anche piccoli doni e libri per i bimbi e qualcosa di ricamo per le signore.... ci siamo sentiti, e già sono in pena, perché mi ha detto che sie è dovuto far medicare, perché si è tagliato con un paletto, uno "sbrego da una spanna" ma non è quello che mi fa paura, conoscendolo, quello che mi mette in ansia è il fatto che abbia accettato una medicazione!!! non è da lui, se non i casi estremi..... poi mi ha detto che nei campi, non ci sono gli emiliani, ma solo "piattole" quelli insomma che capisci che di emiliano non hanno nulla,quelli che a loro tutto è dovuto, e hanno pure da ridire sugli aiuti... i veri emiliani, con la romagna nel sangue, han piantato le tende nei giardini di casa ed anche se le case sono pericolanti o hanno quasi perso tutto, son li a dare una mano ai volontari a dire grazie.... e questa è fierezza! questo è essere dei grandi... mi si allarga il cuore e vorrei abbracciarle tutte , queste stupende persone.... Giulio per contro è incavolatissimo che lui è qui e non con suo padre... ma il ragazzo lì'ha già detto, che lui quando potrà aver l'età giusta, si iscriverà come volontario in protezione civile o prima in croce rossa, esattamente come suo padre.... perchè anche lui vuole aiutare.... Io no! a me l'hanno proibito tutti! perchè dicono che io me la prendo troppo a cuore e non saprei poi gestire le cose a mente fredda.... forse... ma non ci credo molto... a me è capitato più di una volta di accudire anziani e bambini, ancora quando ero ragazza, vuoi che non sia in grado di preparare pasti caldi o di coccolare i piccoli o intrattenere gli anziani? Si che lo farei.... eccome....
Il mio stato d'animo è di orgoglio/ansia per mio marito, di profondo rispetto ed amore per un popolo così fiero,di commozione verso mio figlio e di profondo sentito orgoglio per essere ITALIANA.....

3 commenti:

  1. Davvero puoi dire che tuo marito e tuo figlio sono "i tuoi gioielli"; devi esserne orgogliosa!
    Bacioni
    Chiara

    RispondiElimina
  2. Anche Fabio dovrà andare, ma solo per una giornata.
    Abbiamo fatto una festa con il Comitato carnevale e la somma raccolta andrà ad un comitato della zona con cui siamo stati in contatto. Mi vengono i brividi al solo pensiero di come si sente quella gente!!!!
    Complimenti a Giulio: speri abbiate capito di aver fatto un ottimo lavoro!!!
    Bacio

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina