giovedì 13 settembre 2012

Tempus Fugit...

Corre veloce, il tempo, ed impietoso va avanti, senza darti un attimo di tregua....l'amore piccolo ha ripreso ad andare a scuola, e ci va con il suo scooter, super organizzato e sempre più indipendente, come è giusto che sia.... L'amore grande si barcamena fra protezione civile, provincia e ricerca di un lavoro che pare sia introvabile, peggio della caccia all'oro.......la nostra casa in collina, assiste ogni giorno ai cambiamenti della clinica di fronte, ormai la nostra privacy è andata a frasi benedire, e se apro la porta o le finestre alle 7.00 di mattina devo ricordarmi che c'è un cantiere intero al con stuoli di manovalanza, muratori e ruspisti che seguono il mio passaggio con occhio attento, quasi a darmi un senso di fastidio e di imbarazzo...

quello che ho scoperto della mia famiglia di origine, è che se, geometricamente parlando, essendo formata da 4 elementi, dovrebbe essere un quadrato, invece è un triangolo equilatero, con un angolo di scarto.... Già , il tempo fugge e tu ti rendi conto sempre di più di quanto le cose siano davvero cambiate, quando il velo che ti copriva gli occhi ti faceva da scudo ed andavi avanti ignara e "felice"...

Io so di appartenere a me stessa ed alla famiglia che mi sono costruita, con amore e con affetto... tutto il resto lascia il tempo che trova, e viene esattamente trattato come esso tratta me... con indifferenza , non coerenza, lontananza e ipocrisia......


4 commenti:

  1. Tesoro, nelle tue parole si sente il cuore ed arrivano dritte dritte al mio.
    Fiore

    RispondiElimina
  2. Cara Laura, come capisco la tua amarezza x la tua famiglia d'origine. Anche se non conosco nel dettaglio i tuoi problemi, di certo comprendo benissimo il fatto di non essere "parte integrante" di quel gruppo. Come se l'essermi creata una famiglia mia avesse reso un fastidio il far parte di quella originale, che alla fine dei conti è diventata estranea. Cordiale (quasi sempre), e indifferente. Come se fossi la vicina di pianerottolo pittosto che una figlia....buona x vantarsi con parenti ed amici, ma da tenere alla larga nel privato...
    e anche se mi ripeto di continuo che sono fortunata ad aver ciò che ho, nel bene e ne male, c'è quell'angolino del mio cuore che ogni tanto si deve asciugare una lacrima, consapevole di essere, alla fine dei conti, stata messa da parte. Per invidia (e di questo ne ho la certezza), per orgoglio o per ignoranza pura e semplice, alla fine il risultato non cambia. L'unica cosa che resta da fare è andare avanti, se non altro per la tua di famiglia, x il tuo lavoro che tanto ami, e x te stessa. Forza, che x tutte le tue "seguaci" resti una fonte di gioia!
    Morena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Morena sei incredibile! Hai capito tutto! e l'hai esposto con tale lucidità.... Come a volte si è in sintonia con persone sconosciute a livello di tangibilità, ma assolutamente vicinissime e incredibilmente reali con cuore e sentimenti....
      Un abbraccio forte!

      Elimina
    2. Purtroppo il mio aver capito tutto è dettato dal fatto di essere in una situazione del genere da quando ho memoria (situazione che si è appesantita quando sono andata via di casa giovanissima) e alla fine (x fortuna) ho capito che l'adulta dovevo essere io, anche quand'ero ragazzina. E il fatto di sopportare certe situazioni ti rende più sensibile verso gli altri, anche attraverso il web...E ora che ho casa e famiglia stò bene attenta a non fare certi errori e ascoltare di più gli altri (anche se spesso la gente se ne approfitta). Ma su, via, che la vita continua...
      Buona giornata e spero di incontrarti a Vicenza.
      Morena

      Elimina