Fra calcoli e inglese...

ovvio che un discalculico dislessico abbia qualche problema....
soprattutto se la proffe di inglese pretende che gli dica la grammatica o la spiegazione dei verbi in inglese... , ma io dico, se già ti risponde in inglese, perchè devi angustiarlo con le regole del futuro o del "presente continuato".... AUGHHHHH oppure chiedergli di trovare il complemento oggetto in inglese
mentre in matematica, ah, qui, fra x,y e lettere associate a numeri con espressioni algebriche e qualcosa d'altro per ricavare più facilmente la soluzione a questo problema: ho una ricetta con dosi per 4 persone, ma noi ne dobbiamo servire 200.... mica servono delle espressioni! ed il povero Giulio che ha detto divido per 4 e moltiplico per 200 il risultato... si è sentito dire che deve applicare le funzioni... ( che funzioni?????) 
AAAAAAAAAAAAARRRGGGGGGGGGGGGGGG... 
Quanto manca alla fine di tutto? un anno e mezzo? si spera....

Commenti

  1. Ma insomma!!!!! caspita!!!quanti mesi servono per far capire il problema di Giulio ai proff??? un po' di sale in zucca....se uno ha delle difficolta VERE e non di apprendimento, dovrebbero approciarsi in modo UN POCHINO diverso...... :(
    Ma come al solito.....non capiranno mai......porta tanta pazienza cara!! un bacio a tutti!!!
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu giulio lo conosci... e sai che ragazzo s
      è....

      Elimina
  2. Quando Giulio si troverà a cucinare per siffatti proffe, consiglio dosi minime ma proprio minime, praticamente piatti vuoti. E non perché non sapra fare le espressioni ma semplicemente perché... l'alternativa potrebbe essere un bel lassativo!
    Roberta

    RispondiElimina

Posta un commento