nel buio...

Sì chiama abisso laurentiano,  la il buio è profondo, cupo e gelido ed è lì che oggi siamo ripiombati. .. mia suocera è caduta in casa per una syncope o un arresto cardiaco, lo sa il signore... morale è che siamo nuovamente in ospedale con un trauma cranico con frattura ed edema ed ematoma nella teca cranica... ora cominciava a stare meglio... a camminare e scendere un poco le scale... aveva voluto che l'accompagnassimo dalla parrucchiera proprio questa mattina e alle 12.20 non succede tutto sto macello?
È dal 7 dicembre che stiamo vivendo un incubo... e sembra davvero non avere fine... siamo tutti stravolti e stanchi e... non si sa nulla...

Commenti

  1. Non posso far latro che mandarvi tutto il mio affetto, ricordarvi nelle mie preghiere e dirti che se hai bisogno Chiara ed io (so di poter parlare anche per lei) ci siamo.
    Un abbraccio forte forte (dei miei, da orso)

    RispondiElimina
  2. mi dispiace Laura, seguo il tuo blog, ti sono vicina e spero che torni un po' di serenita' e leggere presto post ricolmi di xxx e schemi meravigliosi come i tuoi, anche perche' ormai e' proprio tanto che tribolate!un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento