venerdì 27 novembre 2015

sfruttamento....

E' normale che un ragazzo appena diciottenne cerchi lavoro, lasciando sonnecchiare come un bel gattone accoccolato, il suo sogno di aprire un piccolo bistro o locanda , e che accetti di tutto ma fino ad un certo punto.... Va volentieri su chiamata, sopratutto in tutti quei ristoranti che l'hanno cresciuto e che lo rispettano, poi capita che ti chiamino disperati "abbiamo bisogno di un cuoco" e lui, che ama il suo lavoro va, con il cuore felice... ora , io questa sera spezzerò questo sfruttamento: avete bisogno di lui? benissimo, la prova l'ha ampiamente superata come è stato detto dal capo cuoco che si volatizzerà entro la fine di dicembre da quello che viene definito un locale super chic che pretende che un cuoco faccia 11 ore al giorno per 7 giorni senza riposo a 900 euro al mese....
Poichè nella mia vita sono stata anche colei che sceglieva il personale e redigeva i contratti di lavoro, ora il periodo o patto di prova è subordinato all'assunzione, qui, invece c'è un ragazzo che sta lavorando a gratis, senza uno straccio di nient in previsione di un contratto che dovrebbe arrivare il 1 dicembre...
bene, con questa sera il capo cuoco sarà avvisato dalla sottoscritta che il ragazzo ha finito il periodo di "prova"(schiavismo) e che aspetteremo di ricevere il contratto martedì 1 dicembre come pattuito... e se non arriva, il caro capo cuoco sarà tenuto a pagare 62 ore di lavoro fatto in 4 giorni al costo orario di 7 euro....

E' troppo chiedere di essere onesti? forse  anzi sicuramente è per questo motivo che poi nessuno più ha voglia di lavorare e che non esiste futuro se non ti vengono creati i presupposti per dare il meglio di te , sapendoti supportato ed incentivato dal padrone che se è lungimirante,  ha solo da guadagnarci ad avere uno staff motivato e felice di lavorare perchè il posto lo merita, e la clientela ama quel posto....

Ma un giorno aprirò io un localino, e ci metterò tutta la passione e l'amore per le cose buone e felici... un posto dove chi entra si sentirà a casa, e dove chi lavorerà per me lo farà con me sposerà la mia motivazione ed il mio ardore perchè crederà in un progetto che non solo saprà di buono e pulito ma funzionerà , perchè così deve essere...

Nessun commento:

Posta un commento