giovedì 24 dicembre 2015

Vigilia...

Caro Gesù  bambino....
Una volta si iniziava così  la letterina  da mandate a Gesù. . Altro che babbo natale... I regali pochissimi erano attesi tutto l'anno e la vigilia era una festa  vera... calda di affetto e storie  raccontate  davanti  al camino...mia nonna faceva i tortelli  di magro e si mangiavano in brodo  e poi un pochino di pesce. .. e la frutta.. le noci ed i mandarini e le arance. .. e il cioccolato e c'era la neve. .. è si andava a messa a mezzanotte e si tornava a casa per bere la cioccolata calda con la panna. .. un vero lusso... un questo momento vorrei avere qui la mia nonna... già sono fortunatissima e passerò  questa vigilia con mio marito e mio figlio. .. nulla di eclatante  ma sentito e vero... la nota stonata sarà  domani. .. ovvio dopo un anno che non esiste si rifà  viva mia sorella. .. così  caro Gesù  bambino  ti chiedo di darmi la forza e la pace per essere serena ugualmente,  nonostante l'enorme ipocrisia  fraterna... fa che cesare sia sempre felice del suo nuovo lavoro e che Giulio  trovi finalmente  qualcosa di buono che lo gratifichi...
Buon natale  a tutti... è che sia davvero sereno e fulgido..


1 commento:

  1. Cara Laura quanto mi piacerebbe rivivere il Natale con gli occhi di un bambino . Ricordo con nostalgia i Natali passati. Rinnovo gli auguri a te e famiglia . Buon Natale.

    RispondiElimina